Torino si prepara ad ospitare il 35° congresso ESTRO con 6000 partecipanti.

Immagine
Corpo

Dal 29 aprile al 3 maggio prossimo, i massimi esperti nel campo della radioterapia oncologica di tutto il mondo si incontreranno presso il Centro Congressi Lingotto e Lingotto Fiere in occasione del 35° Congresso internazionale ESTRO (European Society for Radiotherapy & Oncology). Sono più di 6.000 i partecipanti attesi, provenienti da oltre 80 Paesi del mondo. Sarà un’interessante occasione di incontro tra differenti realtà internazionali che genererà una ricaduta economica sul territorio stimata fra i 10 e 12 milioni di euro. Tutto esaurito nei principali hotel del centro e dell’area del Lingotto.
Il Congresso si terrà per la prima volta in Italia dopo 26 anni. Il precedente si era svolto agli albori della Società ESTRO a Montecatini nel 1990. Torino è stata eletta hosting city nel 2014, battendo la concorrenza di Glasgow e Copenaghen, grazie all’impegno determinante di Umberto Ricardi, professore all’Università di Torino e direttore della radioterapia della Città della Salute e della Scienza di Torino e all’ottimo gioco di squadra tra la Città di Torino, GL Events (che gestisce Lingotto Fiere) e Turismo Torino e Provincia Convention Bureau, ora in prima linea sul fronte dell’accoglienza.
Il Convention Bureau realizzerà e distribuirà infatti ai 6mila partecipanti una guida in inglese della città e la mappa di Torino “personalizzata” con gli alberghi e i siti del congresso e condurrà un’indagine di customer care durante l’evento. Sarà inoltre presente in aeroporto e al Lingotto con uno stand informativo presidiato da personale multilingua.